Messina, quattro arresti per corruzione

0
50

E’ sfociata nell’esecuzione di quattro ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari l’inchiesta portata avanti dal gip di Messina, Massimiliano Micali.
Su richiesta del sostituto procuratore Liliana Todaro, questa mattina, gli agenti della Polizia Giudiziaria, con l’accusa di corruzione, hanno arrestato Francesco Curcio, ex componente della commissione comunale valutazione di impatto ambientale, l’ingegnere Roberta Curcio,  Aurelio Arcoraci, amministratore di una società edile e Giuseppe Bonaccorso. Tutti sono residenti a Messina.
E’ stata inoltre notificata la misura della sospensione dall’incarico per Biagio Restuccia, dipendente del dipartimento pianificazione urbanistica del comune di Messina.
La vicenda ruota su alcuni pareri espressi per la costruzione di edifici a Messina. In pratica Curcio avrebbe creato corsie preferenziali per l’attività della figlia.