Sant’Agata, ok all’assestamento di bilancio

0
36
Morosito

E’ stata una seduta politicamente rilevante quella svoltasi sabato sera al consiglio comunale di Sant’Agata Militello. Di rilievo era certamente il tema principale all’ordine del giorno, quello dell’assestamento di bilancio, passaggio necessario per dare applicabilità allo strumento finanziario dell’ente, ma ancor più di rilievo sono evidentemente state le indicazioni politiche giunte dall’esito delle votazioni. Compatta l’espressione del voto degli otto esponenti di maggioranza presenti, tanto sulle variazioni al bilancio quanto sull’assestamento, mentre la minoranza si è orientata tra voto contrario e astensione. Astenuti i quattro di minoranza, in appoggio all’amministrazione, proprio sull’assestamento di bilancio, mentre il dibattito più acceso si è riscontrato attorno ad alcune proposte di variazioni previste all’ordine del giorno, quelle per il piano 2013 e per quello pluriennale 2013-2015. Su tutte, la variazione proposta dall’amministrazione comunale per la nomina dell’addetto stampa. Il sindaco aveva chiesto al responsabile dei servizi finanziari del comune la copertura dell’apposito capitolo per una retribuzione complessiva di 1900 euro mensili per due anni, ma sull’argomento la maggioranza si era da subito dimostrata contraria, ritenendo la spesa per l’ufficio stampa troppo onerosa viste le finanze e l’esposizione debitoria dell’ente in questo frangente storico. L’aula, col voto contrario dei consiglieri Maniaci e Caruso e l’astensione di Armeli, ha quindi cassato la variazione riducendo il capitolo a 1200 euro annue.  Variazione di bilancio approvata coi soli voti della maggioranza anche per l’ acquisizione degli studi specialistici necessari per la definizione dell’iter del Piano regolatore generale, con la copertura di 20 mila euro per l’ottenimento delle certificazioni Via-Vas e per la copertura di debiti fuori bilancio, spalmati sui tre anni, cui la maggioranza ha garantito ulteriori 100 mila euro.