Furnari, danneggiamenti e furti al cimitero

0
129

Questa mattina il personale del Comune di Furnari, ha scoperto che ignoti si sono introdotti nel cimitero comunale danneggiando indiscriminatamente oltre 50 tombe con l’asporto di materiale in rame e bronzo, costituito da oggetti di culto quali croci, vasi, statuette votive e immagini religiose.
“Tale inqualificabile e grave gesto criminale afferma il sindaco Mario Foti- offende e ripugna  l’intera comunità furnarese e la coscienza civile di ogni cittadino, atteso che è stata violata e profanata, in un luogo sacro che merita il rispetto di ogni uomo, la memoria dei defunti e delle rispettive famiglie.
Il Sindaco, nel denunciare il grave episodio, ha chiesto di essere sentito dal Prefetto di Messina per rappresentare le condizioni di criticità dell’intero territorio nel quale è compreso anche il Comune di Furnari al fine di conseguire un immediato intervento dello Stato attraverso una adeguata attività di prevenzione, con maggiori controlli anche  con l’ausilio di idonei impianti di videosorveglianza.
“Questo ignobile evento- prosegue il primo cittadino- si aggiunge ai numerosi precedenti fatti criminali ad opera di ignoti che hanno visto danneggiati immobili di proprietà del Comune, ivi comprese strutture scolastiche, fra cui il danneggiamento ai pozzi di approvvigionamento idrico del civico acquedotto, l’asporto di cavi di rame dal mercato ittico comunale e dalla rete di pubblica illuminazione, il recente e reiterato danneggiamento dei quadri elettrici dell’asilo comunale. Per tale ragione, rinnoveremo al Ministero dell’Interno la richiesta di finanziamento di un impianto di videosorveglianza al fine di ottenere un maggiore ed efficace controllo del territorio per ripristinare le condizioni di convivenza civile ed il rispetto della legalità”.

Morosito