Acquedolci, petizione per salvare la caserma

0
99

Una petizione popolare per difendere l’importantissimo presidio di legalità costituito dalla stazione dei Carabinieri. L’iniziativa è del gruppo di opposizione consiliare di Acquedolci “Acquedolci nel cuore”, con in testa il capogruppo ed ex sindaco Salvatore Oriti. Già da alcuni giorni il gruppo politico ha avviato la raccolta firme viste le perplessità circa il mantenimento della caserma stessa ad Acquedolci, dovuto alla scadenza della concessione in comodato d’uso gratuito dei locali. Sulla questione la stessa amministrazione comunale, guidata dal sindaco Ciro Gallo, ha avviato da tempo una interlocuzione con il comando provinciale dei Carabinieri di Messina, per trovare soluzioni al problema, viste le difficoltà di mantenere la caserma con la formula del comodato gratuito. I consiglieri di opposizione Oriti, Scaffidi, Amata, Barone e Condipodaro hanno quindi presentato, insieme alla petizione popolare, una interrogazione per chiedere la convocazione di un consiglio comunale urgente, che il presidente del civico consesso Calogero Carcione ha convocato per questa sera Venerdì 29, alle 17. Nell’interrogazione l’opposizione ricorda che il consiglio comunale nell’Agosto 2012 approvò con voto unanime la prosecuzione del contratto di comodato d’uso gratuito per l’occupazione da parte della caserma dei Carabinieri del locale di proprietà del comune. Al di là delle polemiche relative anche ad alcuni atti richiesti dall’opposizione circa l’iter che avrebbe dovuto portare all’adeguamento strutturale dell’immobile dell’ex biblioteca comunale, sempre da destinare a caserma  dei Carabinieri, la volontà politica del gruppo di opposizione è comunque quella di giungere all’obiettivo del mantenimento del presidio di sicurezza costituito dalla stazione dei Carabinieri e pertanto l’interrogazione e la raccolta di firme potrebbero dare il la anche ad una mozione attraverso la quale s’impegni l’intera amministrazione, ed il consiglio comunale, a coprire le spese autotassando il proprio gettone di presenza per garantire il mantenimento della caserma dei Carabinieri.

Morosito