“Raffineria sicura, non chiuderà”

0
16

Nessuna bocciatura o sospensione di attività della Raffineria Mediterranea di Milazzo disposta dal Comitato Tecnico Regionale; l’impianto dispone di un regolare rapporto di Sicurezza approvato dal comitato nel mese di Ottobre 2010, tuttora valido ed in vigore, e pertanto opera con tutte le autorizzazioni necessarie e in piena legalità. La delibera del C.T.R. relativa alla seduta del 12 settembre scorso, notificata alla Raffineria nel mese di Ottobre 2013 contiene delle prescrizioni, ma non si riferiscono a carenze strutturali ma sono prevalentemente richieste di chiarimenti, approfondimenti e precisazioni. Così ha risposto la Raffineria Mediterranea, tra le altre, alle valutazioni dei Verdi e di Green Italia, che hanno sottolineato la pericolosità di una possibile bocciatura degli impianti della raffineria di Milazzo. Numerose sono le azioni completate in ottemperanza alle prescrizioni, ha precisato la raffineria, altre sono in corso di realizzazione e saranno comunque completate entro i termini assegnati. Altre prescrizioni ancora si riferiscono ad interventi che non dipendono dalla sola volontà o capacità dell’azienda. Su questi ultimi punti è stato già da tempo avviato un percorso di confronto tecnico e di condivisione con il Comitato Tecnico Regionale.

Morosito