Truffa call center, Gm dichiarata fallita

0
295

La vicenda dei call center GM srl si chiude con il fallimento, decretato dal tribunale di Patti. Non si tratta, certo, di una sorpresa, dopo le denunce per insolvenza fraudolenta presentate dai lavoratori contro Giuseppe Mauro, amministratore unico della società. Ottocento lavoratori, assunti con contratto a tempo indeterminato per 4 ore al giorno, nelle sedi di Motta d’Affermo, Capo d’Orlando, Nizza di Sicilia e Santa Teresa di Riva, si ritrovano così senza lavoro ma soprattutto senza soldi. Hanno ricevuto solo uno stipendio, in 8 mesi, dopo aver versato 750 euro per frequentare un corso di formazione propedeutico all’assunzione. Ad avviare la  procedura concorsuale (in sostanza il fallimento della società), sono stati gli impiegati del call center di Capo d’Orlando che si sono rivolti ad un avvocato per cercare, almeno, di accedere al fondo di garanzia dell’Inps per ottenere tre mensilità ed il Tfr. Sarà questo il compito del  curatore fallimentare dottor Salvatore L’Abbate di Santo Stefano di Camastra nominato dal Tribunale di Patti.

Morosito