Assaggio d’inverno

0
22

Nelle ultime ore le condizioni meteorologiche su tutto il messinese sono sensibilmente peggiorate a causa dello spostamento verso Levante di una profonda depressione, la stessa che da parecchi giorni sta condizionando il tempo sull’intero Paese. La sua nuova posizione ha favorito l’afflusso di celle temporalesche che hanno impattato col nostro territorio dando vita a rovesci di forte intensità e localmente accompagnati da grandine con la colonnina di mercurio in rapida diminuzione. Gli accumuli più importanti sono stati registrati nell’area compresa tra Capo d’Orlando (24.8 mm) e Capri Leone (40.8), ma tutto il versante tirrenico è stato spazzato da acquazzoni e raffiche di Ponente.
Le correnti, occidentali a tutte le quote, hanno maggiormente esposto il messinese e proprio durante le precipitazioni le temperature sono letteralmente crollate ! Sulla costa si sono raggiunti valori intorno a +11/12°C, destinati ulteriormente a diminuire, seppur di poco, nella notte seguente quando i cieli su gran parte del territorio si rassereneranno favorendo appunto una certa dispersione termica. Domani, al primo mattino, ci attendiamo temperature sotto la media del periodo, intorno ai +10°C a livello del mare, davvero rigide nelle località montane per poi rapidamente salire anche fino a +20°C !
Complessivamente le condizioni meteorologiche nelle prossime ore tenderanno a migliorare con ampi spazi di sereno e un discreto soleggiamento atteso per tutta la mattinata di venerdì per poi assistere nuovamente al ritorno delle nubi in tarda serata con rischio di precipitazioni.
Soffieranno inoltre forti venti dai quadranti meridionali che renderanno molto mosso lo Ionio e il Tirreno intorno alle Eolie, quasi calmi i bacini settentrionali sottocosta per venti di terra.
Il week-end si prospetta instabile con nubi e piovaschi alternati a pause asciutte e locali schiarite, ma il colpo di scena sembra dietro l’angolo: per la prossima settimana, infatti, è attesa una clamorosa bordata artica che farà crollare le temperature su valori da pieno inverno ! Sarà però necessario averne conferma, è ancora presto per conoscere nel dettaglio l’evoluzione.

di Emanuele Canta