Sant’Agata, mozione sul muro di Villa Falcone

0
85

Utilizzare il ribasso d’asta risultante dall’affidamento della gara d’appalto relativa alla riqualificazione della Villa Falcone e Borsellino a Sant’Agata Militello per destinarlo alla realizzazione dei lavori di ripristino dei danni causati dalle mareggiate che si sono abbattute sulla costa nei mesi di dicembre  2011 e gennaio 2012. La proposta arriva dai consiglieri comunali di maggioranza Giuseppe Ortoleva e Elisa Gumina che hanno presentato una mozione al consiglio comunale per impegnare l’Amministrazione a richiedere all’Ente finanziatore di utilizzare il ribasso d’asta della gara d’appalto che ammonta ad oltre 300mila euro. Il progetto di riqualificazione era stato finanziato nel 2012 dall’Assessorato Regionale del Turismo per un  importo complessivo di  1 milione 558 mila euro. Ma nel periodo intercorso tra la trasmissione da parte del comune di Sant’Agata Militello del progetto esecutivo e l’emanazione del decreto di finanziamento da parte dell’Assessorato, l’arenile di Sant’Agata Militello ed in particolare l’area oggetto d’intervento, è stata interessata da forti mareggiate che hanno causato ingenti danni sia all’arenile sia al muro di protezione della Villa stessa per un tratto di circa 80 metri (nella foto di santagatando). Il ripristino e la messa in sicurezza della passeggiata e del tratto di muro di contenimento danneggiato sono stati oggetto di ampia discussione e di aperto confronto ed inseriti in una proposta di variazione del progetto presentata dalla passata amministrazione. Intanto i lavori di riqualificazione prenderanno il via a breve. A giugno scorso è stata espletata  la gara d’appalto che si è conclusa con l’aggiudicazione alla ditta che ha offerto il ribasso del 30,12% sull’importo a base d’asta di 1 milione e 132 mila euro.

Morosito