Tusa, acqua non potabile nelle frazioni

0
95

Ordinanza numero 113. Già il numero lascia presagire un’emergenza. Ed effettivamente di questo si tratta. Il Sindaco di Tusa, Angelo Tudisca, con un provvedimento dello scorso 14 novembre ha vietato l’uso di acqua a fini alimentari e potabili, nelle frazioni di Castel di Tusa e Milianni. Da più di una settimana, infatti, dai rubinetti sgorga un liquido di colore giallastro, che rende di fatto impossibile per tutti i residenti l’approvvigionamento quotidiano. “Accertato dall’ufficio preposto – si legge nell’ordinanza – che l’acqua in erogazione è torbida, e quindi, potrebbe rivelarsi fuori dai parametri di potabilità, si rende necessario ed urgente, vietarne l’uso”. Il provvedimento, emesso in via cautelativa, resterà in vigore finché non rientreranno nella norma i valori dei parametri di torbidità e colore. Intanto cresce tra i residenti la preoccupazione sulle cause all’origine dll’acqua sporca, per le possibili implicazioni di carattere igienico sanitario che ne possono derivare.  Nella frazione di Castel di Tusa, che pure è molto popolosa, vi sono pizzerie, ristoranti ed alberghi, tra tutti il Tus’Hotel e l’HAtelier sul Mare di Antonio Presti, per cui l’impossibilità di utilizzare l’acqua diventa un problema anche economico. Sembrano, comunque, da escludere possibili cause di inquinamento dell’acqua nocive alla salute,  il tutto pare sia riconducibile alle prime piogge di stagione che avrebbero causato infiltrazioni di terra nella rete di distribuzione. “L’ordinanza – spiega il sindaco Tudisca – è emessa in via precauzionale, proprio per garantire ai residenti della zona la massima sicurezza, almeno fino all’acquisizione ufficiale dei risultati delle analisi batteriologiche eseguite sui campioni d’acqua. Mi sono subito attivato, ed infatti, sono stati già ripuliti i serbatoi sia di Milianni che di Castel di Tusa, la situazione è sotto controllo”.

di Marila Re

Morosito