Morte Attilio Manca, udienza a gennaio

0
23
Morosito

Omicidio colposo di Attilio Manca per cessione di droga. Questa l’accusa nei confronti di Monica Mileti, 54 anni, di Roma, che sarà oggetto dell’udienza preliminare il 13 gennaio 2014, al tribunale di Viterbo, davanti al Gup, Franca Marinelli. Per la procura di Viterbo si può celebrare il processo solo a carico della donna, perchè sarebbe stata lei, a consegnare all’urologo barcellonese la dose di eroina che lo ha ucciso il 12 febbraio 2004, nella sua casa a Viterbo. La famiglia Manca, che si costituirà in giudizio e che sarà rappresentata dagli avvocati, Fabio Repici ed Antonio Ingroia, ritiene inverosimile questa imputazione a carico della Mileti; ha da sempre sostenuto la tesi che la morte di Attilio è invece collegata a Bernardo Provenzano. Alla donna si è arrivati dopo quattro richieste di archiviazione che hanno ridotto il numero degli indagati. La procura di Viterbo aveva ribadito la propria linea nel giugno 2012: archiviazione per i precedenti cinque indagati ed inchiesta indirizzata verso la presunta pusher. Questa richiesta di rinvio a giudizio per la famiglia Manca potrebbe aprire la strada a un eventuale processo, nel quale, se si celebrerà, saranno portate tutte le prove possibili a supporto della loro tesi, per far emergere una verità giuridica solida e non falsata,  sperando che la donna non sia un capro espiatorio.