Ato 2, “chi paga il personale?”

0
87

Una nuova vertenza sull’AtoMe2. Non che se ne sentisse l’esigenza, viste già le numerose vicende in cui è coinvolto. Ma visti i nuovi presupposti, la nuova vertenza ci sarà. L’ha sollevata il sindaco di Sant’Angelo di Brolo, Basilio Caruso, riguardo all’utilizzo del personale, amministrativi ed operatori ecologici, in forza presso la società. Già Caruso aveva scritto all’Ato su questo argomento, consapevole del fatto che qualcuno avrebbe dovuto pagarli e gli era stato risposto che i lavoratori erano a disposizione. Ora i nuovi commissari dell’Ato2 hanno chiesto il conto per conto di questi lavoratori ai 38 comuni soci. Caruso, a questo punto, ha chiesto ai sindaci di valutare l’opportunità di una iniziativa congiunta e di inviare gli atti alla corte dei conti e alla magistratura. Al comune di Sant’Angelo di Brolo, che, prima, all’anno, in funzione del personale, pagava 18 mila euro, è stato richiesto un conto pari a 42 mila euro. “Prima di tutto, ha scritto Caruso,  l’Ato Me2 ci paghi gli oltre 700 mila euro di crediti che vanta il Comune. Poi il comune è terzo pignorato da creditori della Società d’Ambito e di conseguenza nessuna somma potrà essere versata su conti correnti riferibili alla stessa.” Peraltro, ha denunciato Caruso, sembra che parte del personale non si recherebbe nella sede neppure per apporre la firma di presenza. La scelta del non impiego dei dipendenti è stata fatta in modo arbitrario ed autonomo dall’ATO, senza consultare preventivamente tutti i Comuni che, in presenza di una pianificazione omogenea sul territorio, avrebbero potuto prendere in carico i dipendenti per farli lavorare, non per pagarli senza fare nulla. E perchè non si è fatto ricorso ad ammortizzatori sociali? Il comune di Sant’Angelo di Brolo, ha concluso Caruso, non intende vessare i propri concittadini più di quanto non lo siano già stati per responsabilità di terzi e non intende farsi carico di spese derivanti da una sciagurata gestione che, pur essendo soci, ci vede completamente estranei.