Ancora nessuna traccia di Francesca Condorelli

0
31
Morosito

Inizia ad essere un vero e proprio mistero la scomparsa di Francesca Condorelli, la 52enne di Paternò di cui da sabato pomeriggio non si hanno più notizie. La borsa, le scarpe ed altri effetti personali della donna erano stati ritrovati Domenica mattina sulla spiaggia di Sant’Agata Militello da un pescatore locale che aveva subito avvertito la Polizia. Da quel momento sono scattate le ricerche in mare da parte della Guardia Costiera di Milazzo, visto che ogni cosa lascerebbe presagire ad un gesto estremo della donna o comunque ad un probabile ingresso in acqua, ma ancora oggi, tre giorni dopo, nonostante i mezzi nautici e l’elicottero abbiano scandagliato l’intero tratto costiero tirrenico, della donna non si ha nessuna traccia. Il mare negli ultimi giorni nella zona è stato abbastanza tranquillo per cui gli esperti dicono che qualora la donna fosse annegata il corpo sarebbe già riemerso. Per questo gli inquirenti iniziano a credere alla possibilità che Francesca Condorelli non si sia gettata in acqua bensì possa essersi allontanata a piedi, per quanto scalza e con pochi indumenti addosso. Già da ieri i familiari di Francesca Condorelli, che Sabato avevano segnalato la scomparsa ai Carabinieri,  sono giunti a Sant’Agata e sono stati sentiti dal dirigente del commissariato santagatese Carmelo Alba. Attraverso i documenti ed alcuni biglietti ritrovati nella borsa, la Polizia ha ricostruito i movimenti della donna da Sabato mattina quando a bordo di un treno da Catania ha raggiunto Messina. Dal capoluogo peloritano, quindi,  su un autobus di linea partito alle 14:35,  Francesca Condorelli è arrivata a Sant’Agata  come confermato anche dall’autista del mezzo che ricorda di averla vista scendere da sola. La donna a Sant’Agata non ha alcun parente né, a quanto risulta, conoscente. Appresa la notizia dalla stampa, alcune persone hanno raccontato alla Polizia di aver notato una donna sabato sera sulla spiaggia, ma da lì in poi nessuno sa più nulla. Stamani, alle prime luci del mattino, sono riprese le ricerche in mare da parte dei mezzi della Guardia Costiera, mentre a terra il commissariato ha avviato indagini approfondite, scandagliando il territorio nel caso in cui la donna possa aver trovato un rifugio di fortuna o probabilmente sia rimasta disorientata e stia vagando senza meta precisa. Più difficile, perché scalza, senza soldi ed altri effetti personali, ma non escluso del tutto, che Francesca Condorelli, possa essersi imbarcata su un altro mezzo di trasporto per spostarsi da Sant’Agata Militello.