San Fratello, ripartono i cantieri

0
129

Dopo la pubblicazione in gazzetta ufficiale lo scorso 1 Ottobre del rinnovo dell’ordinanza di protezione civile 3865 per San Fratello e gli altri centri dei Nebrodi colpiti dal dissesto idrogeologico,  il Presidente  della  Regione Siciliana, Rosario Crocetta, nella qualità di  commissario  delegato, ha ultimato il passaggio di consegne al capo del dipartimento regionale di protezione civile, Calogero Foti, trasferendogli tutta la documentazione amministrativa e contabile inerente alla gestione commissariale, inviando una  relazione  sulle  attività  svolte, degli interventi conclusi e di quelli ancora in corso e passando in capo alla protezione civile le risorse disponibili sulla contabilità speciale aperta n.  5431, intestata per ulteriori 24 mesi allo stesso capo del dipartimento di protezione civile regionale. Pronti dunque a ripartire i cantieri che si erano dovuti fermare alla scadenza del 28 Febbraio, quelli per gli ultimi lavori di consolidamento in zona Monte Nuovo e l’installazione di altri due pozzi in località San Benedetto e Stazzone, insieme alla realizzazione di nuove reti idrica e fognaria. Ci sono  due anni di tempo, così come previsto dall’ordinanza di  protezione civile, per giungere al completamento delle opere di messa in sicurezza nelle zone colpite dal dissesto, per cui sono stati sbloccati i fondi, già previsti nell’ordinanza del presidente del consiglio 3865 del 2010, che comprendeva anche gli indennizzi alle persone che hanno perso la casa o subito danni.

Morosito