Mistretta, 20 posti Suap al SS. Salvatore

0
308
Morosito

All’Ospedale Santissimo Salvatore di Mistretta saranno attivate speciali unità di accoglienza permanente, cosiddette SUAP, che ospiteranno 20 posti letto. Si tratta di un servizio assistenziale rivolto a pazienti in stato vegetativo cronico, cioè, in coma. Lo stabilisce la Convenzione, firmata lo scorso 22 ottobre,  tra l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Bonino-Pulejo di Messina, meglio conosciuto come Centro Neurolesi e l’Asp 5. L’accordo, sottoscritto dal direttore Manlio Magistri per l’Asp e dal direttore Vincenzo Barone per il Centro Neurolesi, era stato inserito nel decreto numero 1346 dell’Assessorato Regionale alla Salute, emanato l’11 luglio 2013, che prevede la stipula di accordi collaborativi per supportare la rete assistenziale. Secondo quanto stabilisce la convenzione, all’ospedale di Mistretta si trasferirà una equipe di medici, infermieri e tecnici dell’Istituto Bonino-Pulejo, che sposterà nel nosocomio anche macchinari ed apparecchiature di ultima generazione. Sarà operativo anche un servizio di tele-assistenza che servirà per abbattere il flusso migratorio dei malati costretti a spostarsi per controlli e cure. L’obiettivo è offrire un percorso riabilitativo il più completo possibile, differenziando sia le offerte che i luoghi di trattamento. Per questo la convenzione prevede anche  l’attivazione di un servizio ambulatoriale, per pazienti con bisogni riabilitativi importanti ma di gravità inferiore, che consenta di rafforzare anche i percorsi di riabilitazione per specifiche disabilità. Insomma, per Mistretta e per l’intero comprensorio, l’attivazione di questi 20 posti SUAP consentirà di dare continuità tra ciò che viene fatto in Ospedale e ciò che può essere fatto a domicilio o con modalità diverse per esempio, appunto, i trattamenti ambulatoriali. Nella logica della medicina riabilitativa ciò che conta, oltre alle professionalità in gioco, è l’accompagnamento del paziente in un percorso che si estende dall’ospedale al territorio. Grande la soddisfazione espressa dai rappresentanti del Circolo Il Megafono di Mistretta, per i quali la convenzione tra l’istituto Bonino-Pulejo e l’Asp 5 è la prova della serietà del governo regionale che mantiene le promesse e continua a lavorare per il bene di tutti e di chi soffre in particolare.

di Marila Re