Capo d’Orlando, l’opposizione si divide sugli attacchi personali

0
19

I social network, che hanno certamente il grande merito di consentire uno scambio di idee, immediato e spesso senza filtri. Così, spesso succede che i toni si alzano e la polemica si infiamma. Ma quello che nelle ultime ore sta impazzando è un confronto serrato che rischia di aprire a ripercussioni politiche. Al centro del dibattito alcune esternazioni che quasi quotidianamente appaiono sulla pagina Facebook dell’ex candidato a sindaco Salvatore Librizzi. Attacchi in larga parte indirizzati all’attuale amministrazione e che in passato hanno provocato le note pubbliche del sindaco Sindoni il quale ha chiesto ai consiglieri eletti in quello schieramento di prendere le distanze. Anche oggi Sindoni, con un comunicato stampa afferma che non risponderà alla minoranza fino a quando i toni usati sulla pagina dello schieramento continueranno ad essere volgari ed offensivi. “L’ennesima dimostrazione- afferma Sindoni- è offerta proprio oggi dalla pagina facebook del gruppo consiliare dei predetti che mi definisce ridicolo, patetico, incompetente e meschino”.
Atteggiamenti, a dire il vero, che più di una volta, anche in interviste a radio e giornali non sono piaciute al capogruppo Gaetano Sanfilippo che in diverse occasioni ha manifestato malcontento per una parte del gruppo non rappresentata in consiglio che però si manifesta con attacchi violenti e personali.
Ma sempre di oggi è lo scontro che dalle pagine dei social network rischia di spostarsi anche su fronti più politici.
Un commento di pessimo gusto è stato pubblicato da parte del gestore della pagina contro il sindaco di Capri Leone e deputato regionale, Bernardette Grasso.
L’attacco è sul presunto mancato ruolo che la parlamentare avrebbe avuto nelle iniziative della minoranza orlandina per l’attacco alla rete del metano principale.
La Grasso, attraverso il suo sito ha duramente replicato,  rivendicando il suo impegno ma soprattutto,  senza mai citarlo, lanciando più di una frecciata contro l’ex candidato sindaco Librizzi.
Il dibattito si è rapidamente allargato sulle pagine Facebook della deputata ma soprattutto ha provocato una presa di distanze ufficiale su quanto apparso ieri del consigliere Giuseppe Trusso, uno dei più vicini in consiglio al legale orlandino.
Prevedere chiarimenti sulle strategie politiche, non appare difficile.