Suicidio sulla A20, ignote le cause – Video

0
441

Ha parcheggiato la sua autovettura ai margini della carreggiata, sul viadotto Vina della autostrada A20, Palermo – Messina, quindi si è lanciata nel vuoto piombando per oltre una ventina di metri su un terreno agricolo sottostante. Ha deciso di porre così fine alla sua vita una donna messinese di 58 anni  Emilia Caponetti.

Il tutto è accaduto poco dopo le 11 di stamani. La vettura abbandonata è stata notata da una pattuglia della Polizia stradale di Sant’Agata Militello in servizio di controllo. Gli agenti,   fermatisi a controllare, hanno immediatamente notato il corpo che giaceva senza vita giù dal viadotto. Prontamente è stata allertata l’ambulanza del 118 giunta da Capo d’Orlando ma purtroppo il medico di turno non ha potuto che costatare il decesso della donna. Sul posto sono giunti anche gli uomini del commissariato di polizia di Capo d’Orlando, i Carabinieri della locale stazione e la squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Sant’Agata Militello. Nel frattempo le forze dell’ordine hanno ritrovato a bordo dell’automobile i documenti della donna, e si sono subito attivati per scoprire chi fosse e di cosa si occupasse la donna. Al momento non si conoscono le cause che hanno condotto la donna a togliersi la vita, né è certo se avesse o meno lasciato un messaggio o dato adito, con i suoi atteggiamenti, a sospetti di questo tipo.