Operativo il Pta di Sant’Agata Militello

0
297
Morosito

Muove i primi passi il nuovo presidio di assistenza territoriale, attivato nei rinnovati locali del vecchio plesso centrale dell’ospedale di Sant’Agata Militello. Tra piano terra, seminterrato e primo piano, sono stati trasferiti, negli ambienti la cui ristrutturazione era stata ultimata a Luglio 2012, quattordici ambulatori medici  appartenenti al distretto sanitario, storicamente ospitati nel poliambulatorio di via Catania, più altri tre ambulatori in regime prettamente ospedaliero, come l’audiologia, la neurologia e la gastroenterologia. Gli altri ambulatori che forniscono cure specialistiche a livello territoriale sono invece distinti in Ostetricia, Ginecologia, Urologia, Angiologia, Odontoiatria, Ecografia, Allergologia, Dermatologia, Endocrinologia, Geriatria, Medicina interna e dello sport, Oculistica, Diabetologia, Cardiologia e Chirurgia pediatrica oltre al centro prelievi per le analisi cliniche. Per prenotare le prestazioni, che saranno erogate alternativamente secondo un preciso calendario, come accaduto sin’ora, è necessario contattare il numero verde dell’asp. Ovviamente servirà ancora qualche giorno di tempo per l’attivazione a pieno regime di tutti gli ambulatori, visto che il personale in questa fase è ancora impegnato con l’imponente mole di trasferimento non solo delle apparecchiature ma anche dei fascicoli e dell’altro materiale dalla vecchia sede di via Catania, dove invece sono rimasti gli uffici amministrativi e il dipartimento veterinario. Nel nuovo Pta, secondo le previsioni aziendali e del distretto, diretto dalla dottoressa Rosalia Caranna, dovrebbero essere trasferiti anche l’ufficio relazioni col pubblico, quello per le esenzioni del ticket, l’anagrafe assistiti ed altri sportelli amministrativi. Tutti questi andrebbero ad occupare i locali del piano terra del nuovo Pta. In tal senso, però, è giunta già la richiesta, da parte del responsabile zonale della  Cisl Turuzzo Miceli, di un incontro col commissario dell’Asp 5 Manlio Magistri. La proposta del sindacato è quella di mantenere gli uffici amministrativi nel plesso di via Catania in modo da liberare alcuni dei nuovi locali del plesso centrale ristrutturato per dar respiro  alle attività dei reparti ospedalieri che storicamente soffrono per la carenza di strutture idonee.