Milazzo, selezione pubblica per i cantieri di lavoro

0
32

Pubblicato  il bando di selezione pubblica per la formulazione della graduatoria nei “Cantieri di servizio per l’anno 2013” nel Comune di Milazzo. Il termine di scadenza, per l’inoltro delle istanze del bando è il 15 novembre 2013. I cantieri di servizio sono finanzianti dall’assessorato regionale della famiglia e delle politiche sociali e del lavoro e hanno un programma di lavoro di tre mesi. I destinatari sono le persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni non compiuti; disoccupati o inoccupati che hanno presentato la dichiarazione di disponibilità al centro per l’impiego competente. I posti disponibili saranno così assegnati: giovani di età compresa tra i 18 e i 36 anni, nella misura del 50%; soggetti di età compresa tra i 37 e i 50 anni nella misura del 20%; soggetti ultracinquantenni, nella misura del 20%; soggetti immigrati in possesso di regolare permesso di soggiorno per motivi di lavoro o per ricongiunzione familiare, nella misura del 5%; soggetti portatori di handicap, riconosciuti dalla competente commissione sanitaria, nella misura del 5%. I requisiti per l’ammissione ai Cantieri di Servizio sono: residenza nel comune di Milazzo da almeno sei mesi dalla data di pubblicazione del bando; essere disoccupati o inoccupati ovvero essere titolati di un rapporto di lavoro che per la durata oraria della prestazione giornaliera e/o reddito percepito non sia incompatibile con l’utilizzazione nei cantieri di servizio; avere presentato per l’impiego dichiarazione di disponibilità di cui al D.lgs 181/2000. Al programma di lavoro sono ammessi i soggetti in possesso di reddito non superiore a € 442,30 mensili, per un soggetto che vive da solo. Per un nucleo familiare composto da due o più persone, la soglia del reddito è determinata sulla base della scala di equivalenza allegata alla direttiva assessoriale del 26/07/2013. I componenti del nucleo familiare devono essere privi di patrimonio sia mobiliare ( titoli di Stato, azioni, obbligazioni, depositi bancari), sia immobiliare, fatta eccezione per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, il cui valore catastale non può eccedere la soglia quantificata di € 150.000. La domanda di partecipazione dovrà essere redatta in carta semplice sull’apposito modulo predisposto dal’Ente e acquisibile scaricandolo dal sito del Comune ( www.comune.milazzo.me.it) oppure ritirarlo presso l’ufficio Servizi Sociali. Entro trenta giorni dalla presentazione delle istanze il Comune verificherà le domande di partecipazione regolarmente pervenute ed accertato il possesso dei requisiti redigerà le graduatorie dei soggetti da ammettere nei programmi di lavoro una per ogni categoria da pubblicare all’Albo pretorio del Comune e nel sito istituzionale dell’ente.