Latitanza Pulizzi, chieste pesanti condanne

0
25
Morosito

Si avvia alle battute finali processo stralcio dell’operazione “Gotha 3” che si sta celebrando al tribunale di Patti contro l’imprenditore di Naso Giovanni Bontempo ed il boss di Novara di Sicilia Tindaro Calabrese.
Al centro del procedimento c’è la permanenza a Capo d’Orlando dell’allora boss palermitano Gaspare Pulizzi.
Al termine della requisitoria, il pm della DDA Giuseppe Verzera ha chiesto la condanna a 5 anni e mezzo per Calabrese ed a 4 anni e 8 mesi per Bontempo.
Secondo l’accusa, infatti, nel luglio del 2007 Pulizzi (allora latitante) venne ospitato per tre giorni in un appartamento di via Pirandello insieme alla moglie ed alla figlia. Ad organizzare la vacanza sarebbe stato Tindaro Calabrese che si fece aiutare da Bontempo il quale procurò l’appartamento di un amico ignaro della reale identità del boss.
Nel corso del processo lo stesso Pulizzi (che l’anno successivo venne arrestato nel palermitano), sentito in videoconferenza, ha raccontato i particolari della vicenda.
La prossima udienza è fissata per il 7 ottobre quando prenderanno la parola gli avvocati difensori Pruiti, Favazzo e Celi.
Poi è attesa la sentenza.