Capo d’Orlando, arrivi stabili e lieve flessione nelle presenze

0
17
Morosito

Arrivi stabili e lieve flessione nelle presenze. Dopo l’importante balzo in avanti fatto registrare dal settore turistico, il mese di agosto ha confermato il numero di stranieri rispetto allo scorso anno, fornendo indicazioni importanti per un’uscita dalla crisi del settore. I dati sono quelli ufficiali, censiti dal Servizio Turistico Regionale che però sembrano dividere il mese di agosto in due parti. Le prime settimane di grandissimo afflusso, la parte finale condizionata dal persistente maltempo che potrebbe aver indotto una parte dei vacanzieri ad andar via anzitempo.
Nel complesso, però, le strutture censite tengono il passo, soprattutto quelle del settore extralberghiero (case vacanza, agriturismo e B&B). In questo caso infatti l’indicatore è sul segno positivo con un +5,43% di arrivi e +2,19% di presenze.
Il calo più consistente è stato quello delle presenze nel settore alberghiero (complice la chiusura di un hotel) nel quale si è registrato il -9,28%.
Passando alle cifre fornite dall’ex Azienda di Soggiorno e Turismo, Capo d’Orlando ha ricevuto ad agosto 6.602 vacanzieri (di cui 500 stranieri), con una flessione dello 0,7% mentre le presenze sono passate da 28.021 dell’agosto 2012 alle 26.542 di quest’anno. Un calo del 5,28% che va ben al di sotto delle flessioni che si sono segnalate nel resto della Sicilia. Dati che comunque vanno letti al netto del “nero” che purtroppo continua a manifestarsi. Soprattutto nell’ambito delle case in affitto resto fuori una importante fetta di sommerso. Case cedute attraverso internet e che non figurano in quelle censite. Una condizione mai affrontata con risolutezza visto che oltre alle minori garanzie per i turisti, nasconde anche evasione fiscale ed aumento del carico di servizi (acqua, raccolta spazzatura e pulizia delle aree pubbliche) sul resto della comunità.