San Fratello, i comitati cittadini passano all’azione

0
48

L’attesa è ormai divenuta snervante. Difficoltà e disagi si fanno sempre più insopportabili e nessuno è disposto a rimanere nel dimenticatoio per chissà quanto tempo ancora senza informazioni precise o indicazioni certe sul futuro. I comitati cittadini di San Fratello e Caronia, in attesa da Febbraio del rinnovo dell’ordinanza 3865 del presidente del consiglio dei ministri per gli aiuti alle persone colpite dai fenomeni di dissesto idrogeologico e gli indennizzi a chi ha subito danni, hanno deciso di passare all’azione, nominando un nucleo ristretto di rappresentanti con il compito di interloquire direttamente con le istituzioni e conoscere il reale stato dell’arte. La decisione è scaturita ieri al termine di un incontro svoltosi nel chiostro del convento di San Fratello cui hanno preso parte oltre un centinaio di persone. A far parte del gruppo di cinque rappresentanti, due componenti dei comitati cittadini di San Fratello, uno di quello di Caronia, un rappresentante dell’amministrazione comunale di San Fratello e l’ex sindaco del centro nebroideo Salvatore Sidoti Pinto, che gestì da primo cittadino i difficilissimi anni scorsi, dalla frana del 14 febbraio 2010 allo scorso Giugno. La proposta è quella di chiedere un incontro a Roma per i prossimi giorni direttamente col prefetto Franco Gabrielli, capo della protezione civile nazionale. Le ultime notizie riguardo al rinnovo dell’ordinanza 3865, parlavano di un blocco dovuto ad alcune modifiche allo schema inizialmente proposto dalla protezione civile siciliana al ministero economia e  finanze. Quella prima formulazione firmata dal presidente Crocetta e quindi trasmessa al ministero a fine Luglio, non aveva ottenuto parere favorevole da parte della ragioneria a causa della previsione  di una serie di deroghe alla mobilità e di varie indennità attribuite al personale. Rilievi che la responsabile del procedimento del Mef, Alessandra Del Verme, aveva posto all’attenzione della protezione civile regionale, che riprese in carico gli incartamenti per apporvi le necessarie variazioni. Dalla prima decade di Agosto ad oggi, però, nessuno ha ottenuto ulteriori novità. Nei giorni scorsi a San Fratello si era parlato di un possibile approdo positivo per i primi giorni della prossima settimana ma fin’ora nessuno ha avuto conferme ufficiali. Nel silenzio degli organi istituzionali, i comitati cittadini hanno dunque deciso di passare all’azione

Morosito