Call Center Gm, la protesta si sposta in prefettura

0
110

Rimane tutto fermo per i lavoratori di GM srl, una società che ha impiegato circa 400 lavoratori sparsi sull’intero territorio provinciale tra i comuni di Capo d’Orlando, Motta D’Affermo, Nizza di Sicilia e Santa Teresa Riva. Assunti con contratto a tempo indeterminato nei vari call-center, dopo un corso di formazione pagato tra i 750 e gli 850 euro, si ritrovano gli stipendi fermi al mese di febbraio ma ciò che più preoccupa è la mancanza di un minimo di prospettiva.
Dopo aver incassato i soldi dei corsi di formazione, la società non ha saldato i conti, oltre che con i dipendenti, nemmeno con i proprietari di due locali, uno a Capo d’Orlando e l’altro a Santa Teresa, mentre l’Enel ha già provveduto a disattivare l’energia.
Tra i lavoratori c’è sconcerto

Morosito