Messina, arresto per pedofilia

0
31

Un pedofilo di 39 anni, residente nel vicentino, ma domiciliato a Messina è stato arrestato dai Carabinieri con la pesante accusa di tentata violenza sessuale ai danni di un bambino di 10 anni. L’agghiacciante episodio è avvenuto ieri sera nel Villaggio di Castanea delle Furie e solo l’intervento della mamma, di alcuni amici e dei militari ha scongiurato il peggio.
Secondo la ricostruzione dei militari, dopo un tranquillo pomeriggio estivo di gioco, un gruppo di ragazzini si apprestava a rientrare nelle rispettive case, quando un uomo, un insospettabile inserviente, conosciuto probabilmente dai bimbi quale volto ormai noto perché dimorante da alcuni mesi nel borgo peloritano, approfittando della distrazione temporanea della famiglia del bambino, aveva convinto il ragazzino a seguirlo nella propria abitazione.
Ma la madre del bimbo, preoccupata dal mancato rientro del figlio si è messa subito alla ricerca del ragazzino insieme  ad una parente, ad un amico poliziotto ed infine ai Carabinieri.
Il drappello comincia a chiamare il nome del bambino a voce alta per le strade dell’abitato, finché una flebile voce terrorizzata non risponde.
Sono attimi concitati, viene divelta una porta di una casa e l’uomo viene subito bloccato, non prima di aver tentato una reazione che provocherà un ematoma al braccio della madre che come una leonessa ha difeso in tempo il proprio figlio.
Adesso il bimbo sta bene e per l’uomo stanotte si sono schiuse le porte del carcere.
I Carabinieri di Castanea, che già nel recentissimo passato hanno assicurato alla giustizia un pedofilo che lavorava come animatore in un centro ragazzi, hanno, nel frattempo, avviato ulteriori accertamenti per capire se l’arrestato si fosse già reso protagonista di simili episodi di violenza.

Morosito