Capo d’Orlando. Forno Alto, problemi risolti e disagi da affrontare

0
38
Morosito

E’ stata rimossa dagli operatori ecologici che si occupano della pulizia della contrada la mini discarica (nella foto come si presentava la zona prima della pulizia) che qualcuno aveva realizzato lungo la strada comunale che collega Forno alto con Caria Ferro. A darne notizia è il consigliere di minoranza Carmelo Galipò che, raccogliendo le proteste dei residenti aveva presentato una interrogazione al sindaco.
Nei pressi del distributore del gas, si trovano accatastati da diversi giorni materassi, televisori, frigoriferi, mobili ed oggetti ingombranti.
“Lo scenario non si è presentato per niente gradevole- scrive il consigliere Galipò- per questo ho contattato direttamente i responsabili della pulizia del territorio comunale, i quali con solerzia sono intervenuti riducendo solamente però il disagio”.
Galipò, infatti, sottolinea altri inconvenienti che riguardano contrada Forno. In particolare la condizione dell’impianto di illuminazione presente nella piazzetta della stessa contrada, a 50 metri dal centro per malati di Alzheimer. L’impianto, di vecchia generazione, non riesce nemmeno ad illuminare l’area, privando i residenti di dell’opportunità di potere sfruttare un luogo di ricreazione ed incontro.
“Nelle adiacenze  della piazzetta- aggiunge il consigliere nell’interrogazione- la presenza di aiuole comunali provoca infiltrazioni di umidità in una abitazione”. Alla luce di ciò il consigliere propone maggiori controlli e multe più salate per scongiurare ulteriore abbandono di rifiuti ingombranti e soprattutto sollecita un nuovo impianto di illuminazione per la piazza ed un sopralluogo, con l’ausilio dell’ufficio tecnico comunale, per verificare se le infiltrazioni nell’abitazione privata siano davvero riconducibili alla presenza del verde pubblico.