L’assalto del maltempo

0
19

Giunti ormai alle porte dell’autunno meteorologico, fissato per il primo settembre, possiamo stilare un resoconto di quest’estate 2013, una stagione che si è caratterizzata per la quantità di pioggia superiore alla media e per temperature più fresche del normale, almeno stando alle statistiche degli ultimi dieci anni.
E da alcune ore il maltempo è tornato all’assalto. Una profonda depressione, nata ad Ovest della Sicilia, sta interessando tutto il nostro territorio apportando piogge e temporali anche di forte intensità. L’Anticiclone delle Azzorre si è ritirato sulla Penisola Iberica e ha lasciato così campo aperto alle depressioni in pieno stile autunnale. Il mare, ancora molto caldo, fa tutto il resto e fornisce l’energia necessaria per la formazione dei temuti “cumulonembi”, nubi torreggianti a imponente sviluppo verticale dalle quali nascono i temporali.
Le correnti al suolo si sono disposte da Levante e localmente da Scirocco, per questo al momento la zona ionica risulta essere la più colpita: un vero e proprio nubifragio si è registrato a Giampilieri dove si sono accumulati 45 millimetri in meno di un’ora ! Altrove i pluviometri hanno segnato valori modesti compresi tra cinque e dieci millimetri ma le fulminazioni sono state frequenti ovunque, segno di una forte dinamicità dell’atmosfera. Il peggio però, stano alle mappe, deve ancora arrivare. Ed infatti, com’è agevole notare dalle immagini del satellite, un altro nucleo perturbato è in rotta verso la Sicilia e condizionerà pesantemente il tempo per tutto il week-end. Sia sabato che domenica, infatti, piogge e temporali diverranno assoluti protagonisti mentre le temperature diminuiranno ulteriormente con minime poco sotto i +20°C. Prime sensazioni d’autunno, ma attenzione perché l’estate siciliana non è affatto terminata e saprà riservarci clamorosi colpi di coda già a partire dalla metà della prossima settimana.

a cura di Emanuele Canta

Morosito