Violò i sigilli, torna libero gestore del lido

0
34

Nei guai per una grossolana leggerezza. I carabinieri della stazione di Capo d’Orlando hanno arrestato il gestore di un lido
situato sul lungomare Andrea Doria per violazione di sigilli. Parte della struttura era stata sottoposta a sequestro dall’autorità giudiziaria che aveva riscontrato diverse irregolarità, limitatamente ad alcune zone della struttura.
Il gestore, Mario Cataldo, dopo il provvedimento di sequestro, secondo l’accusa contestata, non avrebbe però vigilato. In pratica, infatti, un dipendente è stato sorpreso a prelevare bottiglie d’acqua da portare ai clienti sulle sdraio da un deposito che era sottoposto a sigilli. Il Giudice Maria Pina Scolaro, dopo la convalida dell’arresto alla presenza dell’avvocato Alessandro Nespola, ha rimesso in liberta Cataldo con l’obbligo di presentazione in caserma due volte alla settimana.
I controlli sui lidi cittadini, in questi giorni hanno riguardato tutte le strutture con verifiche che hanno impegnato sia i carabinieri che la capitaneria di porto. Oltre a quella tornata alla ribalta con l’arresto per violazione dei sigilli, nelle maglie delle verifiche era finito anche un altro lido del lungomare Andrea Doria che dopo alcuni giorni di sequestro ha ottenuto a Ferragosto, una parziale modifica del provvedimento con la riapertura di un’area della struttura.

Morosito