Milazzo. In arrivo somme per i creditori

0
28
Morosito

Somme in arrivo per far fronte alle spettanze dei creditori del Comune di Milazzo inseriti nelle procedure di dissesto. I fondi giungeranno dalla Cassa depositi e prestiti. Sono cinque milioni di euro ai quali se dovrebbero aggiungere altri sette da Palermo a seguito dell’istanza presentata dall’Amministrazione Comunale nello scorso gennaio. Inoltre, tre milioni di euro sono stati previsti dall’esecutivo per il recupero dell’evasione Tarsu, Servizio Idrico integrato e ICI/IMU insieme ad undici milioni dei beni immobili disponibili. Complessivi ventisei milioni di euro che consentiranno all’Organo straordinario di liquidazione di procedere ai primi pagamenti, attraverso transazioni che prevedono la corresponsione di almeno il sessanta per cento delle somme dovute. Una pianificazione reale-secondo quanto afferma l’Amministrazione – scaturita a seguito della decisione della commissione straordinaria di liquidazione di aderire alla procedura semplificata alla luce del decreto del fare che consente ai comuni in dissesto aderenti di poter accedere, per gli anni 2013 e 2014, a somme per pagare in quota parte i creditori, consentendo una boccata di ossigeno ad attività e imprese in attesa di incassare ormai da anni. Garantiti al 100% i crediti da lavoro dipendente. Per l’immediato, l’Amministrazione Comunale di Milazzo ha deciso di rinunciare al reintegro di circa due milioni di euro che rappresentano parte dell’avanzato di gestione 2012, anticipando la stessa somma all’Organo straordinario di liquidazione per il pagamento dei debiti pregressi in ordine cronologico.