Tonnarella di Furnari. Il fascino della processione a mare.

0
386

Nonostante il meteo abbia messo lo zampino, la processione a mare della Madonna di Trapani a Tonnarella di Furnari ha mostrato anche quest’anno tutta la sua suggestività ed il suo fascino. Un’edizione, quella 2013, condizionata appunto dalle avverse condizioni atmosferiche. Dapprima la pioggia che sabato scorso ha causato la sospensione della processione a terra e poi le previsioni di mare mosso e vento crescente che hanno portato al rinvio della processione in barca e dei tradizionali e spettacolari fuochi artificiali previsti domenica. Tutto è stato spostato alla vigilia di Ferragosto. Dopo la Santa Messa, il simulacro di Maria Santissima di Trapani ha raggiunto la spiaggia e quindi il porto per essere sistemato a bordo di un peschereccio. Ad attenderlo, tante altre imbarcazioni pronte per partecipare alla processione sullo specchio d’acqua compreso tra Oliveri e Marchesana. Su una di queste, la Banda Musicale “Eduardo Russo” di Barcellona Pozzo di Gotto. La processione si è recata fino ad Oliveri per poi tornare indietro, accolta dai tanti bagnanti e visitatori in attesa sulla spiaggia. Suggestivo lo scenario. La barca con a bordo il simulacro della Madonna di Trapani illuminata ed addobbata a festa, salutata dalle fiaccolate dei fedeli e dai fuochi d’artificio stipati nelle varie zone della costa fino a Marchesana. Poi, la spettacolare discesa a terra ed il passaggio tra due ali di giochi pirotecnici prima del ritorno in Chiesa. A tutto ciò, ha fatto seguito lo spettacolo dei fuochi d’artificio a chiusura della festa. All’orizzonte erano visibili lampi minacciosi e da altri centri della costa tirrenica giungevano notizie di pioggia intensa. Elementi che hanno portato ad anticipare lo straordinario spettacolo pirotecnico che ha preso il via intorno alle 23.15.

Morosito