Auto nel burrone a Sant’Agata, due feriti non gravi

0
25

Sono due le persone rimaste ferite a seguito di un incidente verificatosi intorno alle 20 di ieri in contrada Salarona a Sant’Agata Militello. Si tratta dei coniugi Filippo e Maria Nocifora,  63 e 55 anni, travolti da uno smottamento causato dal forte nubifragio, e finiti con la loro autovettura in un precipizio. Fortunatamente la fitta vegetazione sottostante ha attutito l’impatto. I due coniugi, con grande presenza di spirito, sono riusciti a tirarsi fuori con le loro stesse gambe dalle lamiere contorte dell’autovettura poi è stato il genero, immediatamente giunto sul posto allertato da alcuni vicini che hanno assistito alla drammatica scena , a trasportarli all’ospedale di Sant’Agata Militello, dove i medici hanno diagnosticato varie ferite, applicando diversi punti di sutura. I due coniugi sono stati trattenuti per tutta la notte in osservazione, ma le loro condizioni per fortuna non sono particolarmente preoccupanti. La strada provinciale tra le contrade Scafone, Salarona e San Basilio è tutt’ora chiusa al transito vista la presenza dei detriti sul manto stradale.  Anche il centro abitato di Sant’Agata Militello ha pagato un grosso dazio alla violenta ondata di pioggia che ha imperversato sulla fascia tirrenico nebroidea tra le venti e le ventidue di ieri sera.  Tutte le strade del centro urbano santagatese sono state letteralmente invase da fango e detriti. Sul lungomare Cosenz e sulla via Duca d’Aosta decine di abitazioni sono state invase da acqua e fango, saltati i tombini dell’impianto di raccolta delle acque e del collettore fognario. Parecchi automobilisti sono rimasti in panne con le auto sprofondate nel pantano. Sempre sul lungomare, alcune vetture ed uno scooter Vespa sono finiti dentro i tombini divelti.