D’Urso e Schirò non rispondono al Gip

0
37

Sono iniziati davanti al gip di Messina Giovanni De Marco gli interrogatori degli indagati coinvolti nell’inchiesta “Corsi d’oro” sugli enti di formazione professionale finanziati con denaro pubblico. Chiarà Schirò, moglie del deputato del Pd Francantonio Genovese, e Daniela D’Urso, moglie dell’ex sindaco Pdl Giuseppe Buzzanca, entrambe finite ai domiciliari,  si sono avvalse della facoltà di non rispondere. Stessa posizione hanno assunto altri due indagati, Elio Sauta, ex consigliere Pd, e Graziella Feliciotto. A rispondere alle domane del Gip Natale Lo Presti e Giuseppe Caliri. Gli altri indagati sono Concetta Cannavò, ex tesoriere provinciale del Pd, Melino Capone, ex assessore comunale nella giunta Buzzanca,  Nicola Bartolone e Natale Capone. Tra le persone sentite anche Carlo Isaja, funzionario dell’ispettorato del Lavoro sospeso per due mesi dall’esercizio del pubblico ufficio per aver rivelato l’imminente ispezione in un ente di formazione a Sauta.

Morosito