“Campus”, Galati Rando torna libero

0
42

Torna in libertà Dino Galati Rando, l’ex consigliere provinciale finito agli arresti domiciliari lo scorso 6 luglio nell’ambito di un’inchiesta su esami “facili” all’università di Messina. Il Tribunale del Riesame, accogliendo la tesi dell’avvocato difensore Decomo Lo Presti, ha annullato il passaggio dell’ordinanza in cui si prefigurava il reato di associazione a delinquere per Galati Rando. Rimane in piedi nei suoi confronti solo l’accusa per millantato credito. Revocata quindi la misura degli arresti domiciliari e disposto l’obbligo di presentazione agli uffici di Polizia Giudiziaria. Nell’operazione “Campus” era stato coinvolto Marcello Caratozzolo, docente di Statistica e matematica al dipartimento di Scienze economiche. Secondo le accuse della Dia, vio sarebbe stata un’organizzazione, collegata con la ’ndrangheta clabrese, che influenzava le prove di ammissione alle facoltà a numero chiuso e agli esami universitari.