Operazione “Fake”: revocato divieto di dimora per il consigliere Filippo Tripoli

0
116

Il tribunale del riesame di Messina ha revocato la misura del divieto di dimora a Patti per Filippo Tripoli, difeso dall’avvocato, Mariella Cicero, indagato nell’operazione “Fake”; ha disposto la misura dell’obbligo di firma, tre volte la settimana, presso la caserma dei carabinieri. Dopo la revoca dei domiciliari per l’ex vicesindaco, Francesco Gullo, altra revoca, per il consigliere comunale Tripoli. Si resta in attesa del provvedimento per Carmelo Lembo, difeso dall’avvocato, Carlo Autru Riolo, che, però, era stato colpito dagli arresti domiciliari. Nel frattempo, dopo la notifica dell’avviso conclusione indagini ed in attesa che il pm formuli la richiesta di rinvio a giudizio ed il gip stabilisca la data dell’udienza preliminare, alcuni indagati hanno chiesto ai magistrati inquirenti di essere interrogati sulle vicende contestate in questa operazione.

Morosito