Incendi al Najia, un barista il mandante

0
168

Ci sono importanti sviluppi nelle indagini per gli incendi ai danni del Lido Najia. Dopo gli arresti di domenica di tre giovani di Sant’Agata Militello, sorpresi per la terza volta ad attentare all’attività turistica che si trova sulla spiaggia di Villa Margi, all’alba di oggi i Carabinieri di Mistretta hanno eseguito un nuovo provvedimento restrittivo.
Si tratta del presunto mandante dei danneggiamenti, un barista di Santo Stefano Camastra, Pasquale Dragotto (nella foto), 43 anni, titolare del Ritrovo Belvedere a Porta Messina. Insieme a lui arrestati due giovani, Antonino Ticonosco e Tonino Patti, di 20 e 21 anni, che hanno “reclutato” i tre santagatesi arrestati nei giorni scorsi con l’accusa di aver compiuto materialmente gli attentati al lido di Villa Margi. Intanto, stasera il “Najia” riapre al pubblico.