Scomparso maresciallo santagatese dell’esercito

0
154

Un maresciallo dell’esercito italiano Calogero “Rino” Piscitello, 53 anni, originario di Sant’Agata Militello in servizio presso la caserma Sole, undicesimo reparto infrastrutture di Palermo, da Venerdì scorso ha fatto perdere ogni traccia di se. L’uomo, coniugato e separato, padre di due figli che vivono ad Alcamo, attualmente risulta essere convivente con una donna residente a Catania. A quanto sembra, fino a Domenica scorsa, 30 Giugno, l’uomo si trovava proprio nel capoluogo etneo quindi Lunedì mattina aveva preso regolarmente servizio a Palermo. Fino a giovedì sera tutto tranquillo poi venerdì mattina, uno dei colleghi entrando in ufficio ha trovato una lettera lasciata proprio da Piscitello, nella quale, secondo fonti della famiglia, il maresciallo avrebbe confessato i suoi propositi di farla finita. Immediatamente sono scattate le ricerche ed i militari hanno quindi appurato che Rino Piscitello si era allontanato a bordo della propria autovettura, una Citroen Xsara Nera station wagon. Da quel giorno, dunque, nessuno ha più notizie dell’uomo. Rino Piscitello era stato poche settimana fa a Sant’Agata Militello in visita ai parenti ed a Torrenova, dove vivono i genitori. Il fratello, maresciallo della Guardia di Finanza, risiede invece ad Asti, in Piemonte. La famiglia è fortemente preoccupata che l’uomo, a quanto pare in seguito ai contrasti con la compagna, possa davvero aver dato seguito ai propositi di compiere un insano gesto. Dopo la formale denuncia di scomparsa presentata dai familiari alla compagnia Carabinieri di Sant’Agata Militello, le fotografie e le generalità di Rino Piscitello sono state diramate a tutte le forze dell’ordine in Italia ma le ricerche fin’ora hanno dato esito negativo.