Dodici denunce alle Eolie

0
45

E’ di 12 denunce il bilancio di una vasta operazione di controllo dei Carabinieri di Milazzo nell’arcipelago eoliano. L’intensa azione di monitoraggio del territorio ha visto impegnati oltre 20 Carabinieri ed ha consentito di passare al setaccio i centri abitati delle isole di Lipari, Vulcano e Salina. In particolare, i militari dell’Arma di Milazzo, sull’isola di Lipari, hanno denunciato in stato di libertà una donna 39enne di Catania, legale rappresentante di una ditta di distribuzione di farmaci ed un uomo di 41 anni, autista, per aver trasportato medicinali, fra cui 50 vaccini, ad una temperatura superiore a quella prevista. Sempre a Lipari, i carabinieri hanno denunciato anche una ristoratrice del luogo di 53 anni, per avere commercializzato prodotti surgelati spacciandoli per freschi. Inoltre, i militari dell’Arma hanno effettuato diversi controlli presso alcuni esercizi commerciali, ed in particolare in due pizzerie ed una gelateria, tutti ubicati nel centro storico di Lipari dove i Carabinieri hanno elevato sanzioni amministrative per un valore di circa 5 mila euro. Sull’isola di Vulcano, i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà sette persone, tra cui cinque marocchini, per inosservanza di un provvedimento dell’Autorità e per aver abusivamente esercitato commercio su aree pubbliche. Sull’isola di Vulcano il titolare di un bar-pizzeria dovrà pagare una sanzione amministrativa di 1000 euro per carenze igienico sanitarie riscontrate nel locale cucina e nel deposito degli alimenti. Infine sull’isola di Salina, il titolare di una trattoria è stato denunciato ed ha ricevuto una sanzione amministrativa pari 1.500 euro con proposta di chiusura, per aver modificato i locali dell’esercizio commerciale. Nel medesimo contesto operativo, i Carabinieri, che hanno sottoposto a controllo oltre 70 tra auto e motoveicoli, hanno elevato 20 contravvenzioni per violazioni del Codice della Strada, per un importo complessivo di circa 5.000 euro.

 

Morosito