Capo d’Orlando, confronto sulla prevenzione degli incendi

0
72

L’opposizione sollecita, l’amministrazione presenta gli interventi svolti e quelli programmati. Si gioca su un tema importante, come quello della prevenzione degli incendi, l’ultimo botta e risposta politico in città. A chiedere lumi, sono i consiglieri Gaetano Sanfilippo, Giuseppe Trusso, Salvatore Micale e Gaetano Gemmellaro che prendono spunto dal disastroso incendio del 31 agosto che oltre a mandare in fumo centinaia di ettari di terreno, fu causa delle frane che in inverno hanno bloccato più volte la città.  In sostanza i 4 consiglieri chiedono quali attività di vigilanza e controllo si intende mettere in atto per monitorare tutte le aree a rischio e se non si intende programmare fin da subito attività di vigilanza, coordinando sia personale interno che enti e associazioni esterne all’Amministrazione .
“Pur ritenendo importante l’argomento sollevato dall’opposizione- replica il vice sindaco con delega alla protezione civile, Aldo Leggio- credo che le competenze dell’esecutivo su questi argomenti siano sempre state espletate con il massimo tempismo e diligenza. E questo da decenni, lo ha fatto la nostra amministrazione e lo ha fatto il consigliere Gaetano Sanfilippo quando era assessore alla protezione civile”.
“Il comune ha da tempo inviato a tutti i proprietari di terreni incolti le lettere affinchè si provveda alla pulizia degli stessi- aggiunge Leggio- ed abbiamo fatto la mappatura di tutte le aree di rischio. Ovviamente siamo pronti ad intervenire in danno verso quei cittadini che non provvederanno a ripulire le zone ricoperte di sterpaglie. Insieme a questo, tra qualche giorno partiranno i lavori di decespugliamento dei torrenti ed in questo caso, oltre a prevenire incendi, si punta anche ad evitare danni nell’eventualità di temporali estivi. Inoltre stiamo ripulendo le zone di accesso al mare ed è in vigore l’ordinanza con la quale si vieta di accendere fuochi”.