Sant’Agata, attesa per la giunta

0
31

Tra tira e molla, ripensamenti e dietrofront,  oggi dovrebbe essere finalmente il giorno buono per la soluzione definitiva al rebus della giunta del neo sindaco di Sant’Agata Militello Carmelo Sottile. Tra Domenica e Lunedì, quelle che parevano essere certezze in attesa solo della ratifica ufficiale sembravano essersi incagliate su alcuni passaggi specifici, come la disponibilità o meno di alcuni a lasciare il posto in consiglio per assumere il ruolo esecutivo e, probabilmente, anche se non ufficialmente, sul tema dell’assegnazione della carica di vice sindaco. Dopo una riunione chiarificatrice di ieri sera, però, tutto sembra risolto, il sindaco pare aver superato brillantemente l’ultimo scoglio, per cui ad ore è attesa la nomina ufficiale dei suoi quattro assessori. Secondo le ultimissime notizie, la giunta di Sant’Agata Militello sarà quella ampiamente pronosticata sin dal giorno dopo il successo elettorale con Nino Testa, Marco Vicari, Sonia Minciullo e Giuseppe Puleo. Quest’ultimo ieri aveva espresso qualche perplessità ma, come egli stesso dichiara, non in merito alla eventuale assegnazione del ruolo di vice sindaco bensì perché sotto il profilo politico a prevalere poteva anche essere il desiderio di rimanere tra i banchi del consiglio. L’ingresso di Puleo in giunta è stato però caldeggiato non solo dal partito di riferimento, il Pd, ma dall’intero gruppo, per cui ogni dubbio sembrerebbe essere sciolto. In ogni caso l’indicazione ufficiale da parte del Partito democratico, è attesa in giornata. Sia la Minciullo che Puleo in ogni caso si dimetterebbero nel corso della prima seduta del consiglio comunale, prevista per il 27 Giugno, permettendo così la surroga con i primi dei non eletti, rispettivamente Calogerino Maniaci e Marco Donato Lemma. La volontà del sindaco Sottile è comunque quella di chiudere in  fretta, non solo con la nomina degli assessori ma anche con l’attribuzione delle deleghe, per poter dare il via libera al lavoro che aspetta la sua amministrazione, soprattutto in merito ad alcune urgenti questioni legati all’avvio della stagione estiva ed alla necessaria programmazione che ne consegue, sia sotto il profilo tecnico che su quello delle iniziative.