Capo d’Orlando, è boom per agriturismo e Bed &Breakfast

0
22
Morosito

E’ un turismo che cambia ed al quale Capo d’Orlando dovrà adeguarsi rapidamente per reggere alla crisi.
Gli ultimi rilievi effettuati dal Servizio Turistico Regionale, l’ex azienda di soggiorno e turismo, infatti, fotografa il continuo arretramento degli esercizi alberghieri (alcuni dei quali rimangono ormai chiusi in alcuni mesi invernali) a fronte del boom di bed&breakfast ed agriturismo. Una tendenza che proprio con lo scorso mese di maggio si è manifestata con maggiore chiarezza. Aumento del 66% negli arrivi e del 23% nelle presenze a fronte di un calo del 10% registrato dagli alberghi.
Secondo i dati ufficiali, infatti, a Capo d’Orlando nonostante le condizioni meteorologiche non abbiamo favorito la balneazione,  sono state oltre 3500 le presenze nel comune tirrenico con un 30% di stranieri gran parte dei quali in arrivo dal nord Europa.
Un dato condizionato positivamente da Little Sicily, la  tre giorni di degustazioni e scoperta dei prodotti di eccellenza siciliani.
Il dato si riflette anche sul primo week end di luglio quando si svolgerà lo spettacolo delle Frecce Tricolori. Anche in quei giorni si prevede il tutto esaurito soprattutto nei B&B.