I “grillini dei Nebrodi” contro la discarica di Sant’Agata Militello

0
56

Gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Acquedolci e dei Nebrodi dicono no alla costruenda discarica nel territorio del comune di S. Agata di Militello sulla sponda del torrente Inganno. Nel corso di un incontro, svoltosi ieri pomeriggio nella sala consiliare acqudolcese, ha fatto gli “onori di casa” il Presidente del Consiglio di Acquedolci, Calogero Carcione, e a seguire hanno relazionato gli esponenti locali del M5S, Alessandro Rapisardi  Basilio Scaffidi e Pierpaolo Faranda, il quale  ha posto l’attenzione sull’importanza della valorizzazione dei beni monumentali di Acquedolci (Castello Cupane e Grotta San Teodoro).
A seguire, l’intervento del deputato-portavoce nazionale del M5S, Francesco D’Uva, il quale si è impegnato a portare dentro le istituzioni la questione discarica con un’interrogazione parlamentare, insieme alla collega deputata all’ARS, Valentina Zafarana.
Infine, gli interventi dei diversi rappresentanti dei comitati cittadini locali contro la costruenda discarica: Aldo Fresina (per S. Agata Militello), Farid Adly (per Acquedolci), Salvatore Mangione (per  S. Fratello) e il sindaco di S. Fratello, Mario Fulia.
Secondo i grillini la realizzazione della discarica del Torrente Inganno riporterebbe  indietro le lancette del progresso; di un progresso che deve tendere verso la valorizzazione dei rifiuti, il loro successivo riciclo e la conseguente tutela dell’ambiente.