Officine Nardelli, rientra lo sciopero

0
147

Rientra lo sciopero alle Officine Meccaniche Nardelli. La proprietà ha incontrato questa mattina le Organizzazioni sindacali e una rappresentanza dei lavoratori manifestando l’impegno a pagare, entro martedì prossimo, una parte consistente delle spettanze arretrate. Nelle prossime settimane, ha assicurato l’amministratore delegato dell’azienda, verranno completato il pagamento degli stipendi ai dipendenti.

“E’ sicuramente una boccata d’ossigeno per i lavoratori – ha affermato al termine dell’incontro Nino Alibrandi, segretario generale della Fim Cisl di Messina – ma, alla luce di quanto avvenuto, riteniamo necessaria l’apertura di un tavolo tecnico con l’azienda per capire quali strumenti si potranno utilizzare per consentire alla società di superare l’attuale momento di crisi che investe tutto il settore”.

La Fim, però, sottolinea come l’esempio delle Officine Meccaniche Nardelli sia un ulteriore campanello d’allarme per tutta le imprese che operano nell’area industriale di Giammoro. “Se un’azienda con la Nardelli si è trovata in difficoltà e non era mai accaduto – afferma Alibrandi – è il chiaro segnale di quanto sia difficile superare il momento di crisi, soprattutto per insediamenti industriali abbandonati dalle Istituzioni come quelli di Giammoro che devono fare i conti con la carenza di infrastrutture dell’Asi con l’effetto di costi maggiori per rimanere sul mercato. Una situazione che si è aggravata maggiormente negli ultimi periodi con la chiusura dei canali creditizi alle imprese da parte delle banche. Bisogna intervenire immediatamente per evitare la desertificazione dell’area industriale di Milazzo che avrebbe gravi conseguenze sia a livello occupazionale che sociale”.

Morosito