Porto di Capo d’Orlando, ritirati i ricorsi

0
115

La notizia del sostanziale “nulla di fatto” davanti al Tar di Catania, che ha mandato per competenza a Palermo i ricorsi contro la revoca della concessione demaniale da parte della Regione ai proprietari di pontili operanti nel porto di Capo d’Orlando, sembra aver avuto un effetto importante su una diatriba che rischiava di affossare l’iter per il completamento della struttura e, soprattutto, mettere a rischio la stagione estiva di uno specchio d’acqua ormai insabbiato. Oggi, nella stanza del presidente del consiglio comunale, Gianfranco Timpanaro, i firmatari dei tre ricorsi hanno incontrato il legale del comune, l’avvocato Laura Trifilò, ed hanno annunciato che ritireranno gli atti presentati prima che arrivino a Palermo per la verifica di giurisdizione.
Una volta ottenuta la concessione demaniale sarà poi il Comune a decidere il rapporto con le associazioni nautiche alla luce del cronoprogramma dei lavori di completamento del porto.
Ma soprattutto, come avvenuto gli anni scorsi, a “bocce ferme” il comune potrebbe nuovamente prendere in mano la situazione per quanto riguarda il dragaggio che mette a rischio ogni utilizzo del porto per i mesi di luglio, agosto e settembre.

Morosito