Barcellona Pozzo di Gotto piange Giuseppe La Rosa

0
121
Morosito

La notizia si è diffusa rapidamente. Dapprima un lancio di agenzia che parla di un militare di origini barcellonesi caduto in Afghanistan. Non si conosce ancora la sua identità, ma la città comincia a scuotersi. Comincia il tam tam su internet, si cerca di capire chi possa essere questo soldato barcellonese caduto a migliaia di chilometri dalla sua famiglia e dai suoi affetti più cari. Poi, lo Stato Maggiore della Difesa diffonde le generalità di quel soldato, di quel ragazzo di Barcellona Pozzo di Gotto caduto ad appena 31 anni in nome di chissà cosa. Gli amici di Giuseppe La Rosa fanno subito sentire il loro affetto sul web. Giuseppe era una persona per bene, proveniente da una famiglia per bene, come testimonia anche un vicino di casa. Era entusiasta del suo lavor,o Giuseppe. Ed era entusiasta di poter partire per le missioni, anche se questa gli destava qualche preoccupazione. Come se sentisse un triste presagio. Ma, nonostante tutto, svolgeva il suo lavoro sempre con grande, grandissimo orgoglio. “Era orgoglioso di indossare la divisa, oggi perdiamo uno dei nostri uomini migliori”. Così il Tenente Colonnello della Brigata Aosta di Messina, Angelo Vesto, ha commentato la tragica notizia ai microfoni dei cronisti. Intanto, si sono susseguiti nel corso della giornata innumerevoli messaggi di cordoglio. Da quello del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, passando per il Presidente del Consiglio Enrico Letta ed i Presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Piero Grasso. Ma questo è un dolore che riguarda soprattutto una città. La città di Barcellona Pozzo di Gotto. Sempre pronta a fare quadrato in situazioni tragiche e dolorose. E’ successo in passato, succede anche oggi. Il sindaco Maria Teresa Collica ha annunciato il lutto cittadino. Il primo cittadino, che nei giorni scorsi aveva sentito su Facebook il giovane capitano della Brigata Sassari, ha manifestato l’orgoglio della città che piange un proprio figlio morto nell’assolvimento del suo dovere a discapito della propria vita e dei propri affetti. Cordoglio al quale ha partecipato anche il Presidente del Consiglio Comunale, Angelo Paride Pino. Intanto, stasera, attraverso un tam tam sul gruppo Barceblog, recentemente costituitosi in associazione, è stato organizzato un sit in che si terrà alle ore 20,00 a Piazza Convento di Sant’Antonino. Alle 21,30 prevista invece una veglia di preghiera.