Operazione Pecunia, al via il processo

0
170

Ha preso il via questa mattina al Tribunale di Patti il processo scaturito dall’operazione antiusura “Pecunia”. Il collegio giudicante composto dai magistrati Lazzara, Rigoli e Molino, si è limitato alle costituzione ed alla richiesta delle fonti di prove rinviando l’udienza all’8 novembre. Sono cinque gli imputati.
Si tratta di Paolino Sottile, di Capo d’Orlando Vincenzo Galati Rando di Tortorici e Benito Sgrò di Naso (difesi dall’avvocato Decimo Lo Presti); Calogero Miraudo, di Rocca di Caprileone (difeso dagli avvocati Mormino e Calderone); e Tindaro Ziino di Brolo (difeso dall’avvocato Magistro). L’accusa, per tutti, è di usura in concorso.
Al centro della vicenda c’è un imprenditore edile di Capo d’Orlando, presunta vittima e denunciante. Fu dalle sue dichiarazioni, rese nell’aprile 2009 al commissariato di Capo d’Orlando, che nacque il procedimento.