Sequestro di persona e lesioni, 4 arresti a San Fratello – Video

0
414

Sequestro di persona, violenza privata, lesioni e minacce.  Sono le pesanti accuse che all’alba di oggi hanno portato ai domiciliai quattro persone di San Fratello. L’operazione, condotta dai Carabinieri di Santo Stefano di Camastra, è scattata dopo l’emissione delle ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Patti, Onofrio Laudadio che ha vagliato le indagini su una vicenda avvenuta lo scorso gennaio.
Agli arresti in casa sono finiti Angelo Lombardo, 32 anni, autista, Filadelfio Marino, 53 anni, dipendente comunale e nei confronti dei figli gemelli di quest’ultimo: Giuseppe e Antonino Marino, 28 anni.

In particolare, nell’ambito dell’attività investigativa svolta dai Carabinieri della Stazione di San Fratello, è emerso che nella serata del 2 gennaio, i quattro, dopo aver sbarrato con la propria vettura una strada del nebroideo, avrebbero impedito il transito ad un’altra auto sulla quale viaggiava un uomo originario dell’hinterland santagatese. Pare che alla base del vero e proprio agguato vi fosse la convinzione che l’uomo fosse responsabile di un furto nei loro confronti.

Quindi i quattro avrebbero trascinato la vittima fuori dall’autovettura e dopo averla aggredita colpendola con calci e pugni, le avrebbero stretto un cappio intorno al collo minacciandola.

La vittima, rimasta in balia dei quattro per quasi due ore, a seguito dell’aggressione perse i sensi e, solo dopo diverso tempo, riuscì a tornare a casa dove venne medicata da un proprio congiunto.

Quindi scattò la denuncia ai Carabinieri che oggi ha portato agli arresti.

Nei giorni scorsi, pertanto, il GIP del Tribunale di Patti, concordando pienamente con la richiesta avanzata dal sostituto procuratore ha così emesso l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei quattro, disponendone la custodia cautelare ai domiciliari.

Morosito