Capo d’Orlando, resta invariata l’Irpef cala del 6% la tassa sui rifiuti

0
31
Morosito

Prosegue sulle imposte la battaglia dell’amministrazione per sostenere le famiglie. Proprio nella giornata di ieri la giunta ha confermato per il 2013 l’aliquota per l’addizionale IRPEF comunale che quindi, rimarrà pari allo 0,5 x mille. La notizia, in controtendenza con gli aumenti ai quali i comuni sono spesso costretti, causa la riduzione dei trasferimenti, è di particolare rilievo, se si considera che l’aliquota confermata da Capo d’Orlando è di quasi il 40% inferiore all’aliquota massima. Ancora più significativa la riduzione della tassa sui rifiuti, da quest’anno denominata TARES che sarà addirittura ridotta del 4,5% per le attività e del 6% per le utenze domestiche. La novità della Tares, infatti, comincerà da luglio. Da quest’anno, il Governo Nazionale ha eliminato la bolletta dell’Ato facendo confluire tutto sulla nuova imposta comunale che accorpa anche il costo sostenuto dalle amministrazioni comunali per la pubblica illuminazione. Ripartita in due rate, la Tarsu in città non conterrà la spesa per l’elettricità in quanto ci sarà una quota coperta ancora dalle casse comunali. Le due rate avranno scadenza a fine luglio e fine dicembre.

Secondo l’amministrazione comunale il recupero dell’evasione fiscale comunale, unita alla ricerca di economia ed efficienza dell’azione amministrativa, ha reso possibile il resto.

Nell’ambito della riduzione dei costi a carico dei cittadini, giunge anche un altro risultato: il prezzo d’acquisto dei nuovi loculi cimiteriali. Sia per quelli a specchio che per i loculi a buco è stato infatti ridotto in media del 15%.