“Lasciate in pace Tano Cuva”

0
354

La moglie di Tano Cuva, personaggio simbolo della Capo d’Orlando degli anni ’60, chiede in questa  lettera di non strumentalizzare a fini politici l’immagine e il nome di Tano. Per questo, Anna Aricò Cuva, chiede di cancellare la pagina Facebook “Lista Tano Cuva”. Di seguito, pubblichiamo la lettera integrale.
“Venuta casualmente a conoscenza dell’iniziativa promossa su Facebook dal titolo “Lista Tano Cuva” e successivamente apparsa come “Tano Cuva Ass. Cult.”,  in qualità di moglie di Tano Cuva, comunico quanto segue. Poiché tale “Lista…” o “Ass. Cult.” si presenta con dichiarato fine politico, mi sento mio malgrado, chiamata in causa per chiarire la mia posizione. Premetto che in questa occasione nessuno ha mai chiesto la mia autorizzazione o il mio consenso per utilizzare il nome e l’immagine di Tano. La notizia, appresa casualmente su Facebook, mi lascia alquanto sgomenta! Preciso che in nessun modo voglio che il nome e l’immagine di Tano diventino motivo di qualsivoglia speculazione messa in atto da alcuno, specialmente se con propositi politici ed elettorali. Ritengo che la figura di Tano, a cui ho cercato di rendere onore in tutte le manifestazioni della sua memoria, debba rimanere tale nel ricordo di quanti lo hanno stimato ed apprezzato. Pur immaginando che la suddetta iniziativa possa essere stata pensata per onorarne la memoria, mi è chiaro come in un clima di competizione elettorale, questa conduca inevitabilmente ad effetti incontrollabili sull’immagine di Tano e su noi familiari. Se ciò continuasse, si ripercuoterebbe con effetti negativi sia sulla nostra sfera privata che su quella pubblica, creando disagi non indifferenti. Da una parte, la considerazione che mi impone la mia etica professionale è di essere e di rimanere una dipendente del Comune di Capo d’Orlando, con un ruolo pubblico, alla quale non si chiede di schierarsi da questa o da quell’altra parte politica. Dall’altra parte, il mio duplice ruolo genitoriale mi impone di garantire il diritto a mio figlio di crescere in modo sereno e di salvaguardarlo da qualsiasi turbamento che ne possa sconvolgere il suo equilibrio psicologico. DUNQUE, LA MIA POSIZIONE È QUELLA DI PRENDERE IMMEDIATAMENTE LE DISTANZE DA QUALSIASI STRUMENTALIZZAZIONE CHE, PUR POTENDO ESSERE SOSTENUTA DA BUONE INTENZIONI, DI FATTO PROVOCHEREBBE DANNO ALLA MIA FAMIGLIA E ALL’IMMAGINE STESSA DI TANO. E’ QUINDI MIA FERMA RICHIESTA ED INTENZIONE CHE VENGA CANCELLATA AL PIÙ PRESTO SIA LA PAGINA FACEBOOK, QUANTO LA MEDESIMA INIZIATIVA. IN CASO CONTRARIO SARÒ COSTRETTA AD INTRAPRENDERE I NECESSARI PROVVEDIMENTI LEGALI PER LA SALVAGUARDIA E LA TUTELA MIA E SOPRATTUTTO DEL FIGLIO MIO E DI TANO, ANCORA MINORE!!!
Con la certezza di essere compresa ed esaudita, auspico ad una pacata risoluzione della vicenda che possa condurre la memoria di Tano al corale ed affettuoso ricordo in cui è stata finora collocata”.

Capo d’Orlando, lì 20 Maggio 2013

Anna Aricò Cuva

Morosito