Comuni, ecco l’ammontare dei debiti

0
34

I Comuni soffrono una crisi senza precedenti ed affogano in un mare di debiti. Sono 1500 le amministrazioni locali di tutta Italia che hanno chiesto di sfruttare il decreto legge n. 35 dell’8 aprile 2013 con cui lo Stato accorda un’anticipazione di liquidità per pagare le imprese creditrici. Si tratta, in pratica, di un prestito da restituire in trent’anni, ma che servirà a ridurre drasticamente i debiti contratti con imprese e fornitori e, di conseguenza, ad allontanare lo spauracchio del dissesto. Sono 1500, dicevamo, i comuni italiani che hanno chiesto lo sblocco dei pagamenti per complessivi 6 miliardi di euro. Ma i fondi disponibili da parte del Ministero dell’Economia e delle finanze erano 4 miliardi e per questo si è proceduto ad una ripartizioni delle somme. In provincia di Messina sono molti i Comuni ad aver chiesto le anticipazioni di liquidità: Acquedolci, ad esempio, ha chiesto poco più di un milione, e gli è stato riconosciuto l’importo di 653mila euro. Barcellona ha chiesto anticipazioni per 3milioni e 700mila euro, di cui riconosciuti 2milioni e 300mila. Allo stesso modo Brolo, ha chiesto un importo di 5milioni e 200mila euro e ne ha visto riconosciuti 3milioni e 264mila. Consistente l’anticipazione chiesta dal Comune di Capo d’Orlando, 10milioni e 600mila euro, con il riconoscimento dell’importo di 6milioni e 630mila euro. Patti ha presentato un’istruttoria per un importo di 3milioni e 120mila euro ed ha ottenuto il riconoscimento per 1milione 950mila euro. A Piraino, che aveva chiesto un milione mezzo, riconosciuti 937mila euro. Il Comune di Sant’Agata Militello ha chiesto anticipazioni di liquidità per 897mila euro e ha ottenuto il riconoscimento per 561mila. Taormina ha avanzato richiesta per 2milioni e 400mila euro ed ha ottenuto poco più di un milione mezzo. Anche la provincia Regionale di Messina ha chiesto un milione e 240mila euro ed ha ottenuto il riconoscimento per 776mila euro. Le anticipazioni di liquidità sono state già concesse ai comuni e le erogazioni delle stesse saranno effettuate a seguito del perfezionamento dei relativi contratti.