Parlamento, fumata nera. Berlusconi: noi fuori da trattative

0
12
Foto daily.wired.it

Nulla di fatto alla Camera e al Senato nel primo giorno della XVII Legislatura, la piu’ incerta della storia repubblicana. Non c’e’ ancora un accordo sulle presidenze delle due Assemblee e le prime votazioni sono andate a vuoto. Intanto, Silvio Berlusconi interviene al Tg4 e chiude a una “trattativa di spartizione delle principali cariche istituzionali”. “Anche se la prospettiva perseguita da Bersani non approdera’ a nulla, o mettera’ seriamente a rischio gli interessi dell’Italia, si continua a ignorare la realta’ dell’Italia e i numeri emersi dalle recenti elezioni politiche”, sottolinea Berlusconi. “In questo quadro davvero sconfortante, essendo stata respinta irresponsabilmente dal Pd la nostra ripetuta disponibilita’ a farci carico delle responsabilita’ di garantire un governo al Paese, noi – annuncia il leader Pdl – ci chiamiamo fuori da ogni trattativa di spartizione delle principali cariche istituzionali”. “Ci auguriamo solo che l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica non avvenga nello spirito di occupazione di tutte le istituzioni democratiche, cosi’ come avvenne dopo le elezioni del 2006”, prosegue ancora l’ex premier.